Cellulare +385 91 634 3004 Tometići 1/b, 51215 Kastav
Orario di apertura: Lun – Ven: 8:00 – 20:00 Sab: 08:00 – 16:00

Pulizia ed allargamento dei canali radicolari
Pulizia ed allargamento dei canali radicolari

Il trattamento endodontico di denti di solito consiste nella rimozione della polpa dentale, il che è comunemente chiamato “rimozione del nervo”. In anestesia locale viene rimosso il nervo infiammato e puliti i canali radicolari.

I canali vengono raschiati con appositi strumenti e lavati con mezzi disinfettanti. Esistono due tipi di strumenti per la lavorazione dei canali, quelli manuali e quelli meccanici.

Da noi tutti i trattamenti vengono fatti con strumenti meccanici perché ciò assicura un trattamento più veloce e più accurato dei canali radicolari, il che contribuisce al comfort del paziente.

Nonostante il costo elevato dei strumenti per l’endodonzia meccanica, tutti i nostri studi sono dotati di tali strumenti perché crediamo che questo sia la scelta migliore per i nostri pazienti, nonostante il loro prezzo.

La pulizia e l’allargamento dei canali radicolari, ossia “l’estrazione del nervo”, è un intervento che richiede una precisione micronica in uno spazio stretto e invisibile com’è l’interno del dente.

L’infiammazione del nervo è dovuta alla carie non trattata, con la disintegrazione di questo tessuto organico si formano vari gas e materia che si estondono nell’osso e nei tessuti molli circostanti, il che si traduce in gonfiore, dolore intenso e altri sintomi generali.

È necessario rimuovere il nervo infetto del dente, pulire bene i canali radicolari in tutta la loro lunghezza e riempire questo spazio con materiale artificiale, il che impedirà l’ulteriore penetrazione di batteri dal cavo orale nel corpo.

I denti non trattati, com’è stato provato, possono causare problemi con il cuore, i reni, le articolazioni e possono causare la perdita parziale di capelli senza alcun motivo evidente.

Tutti questi problemi possono essere risolti con un buon trattamento endodontico (cura dei denti).

Nel nostro lavoro, per ogni paziente, usiamo due metodi di ulteriore controllo del trattamento eseguito, il primo è il dispositivo chiamato localizzatore apicale che con segnali acustici e luminosi indica la lunghezza del canale, e il secondo è l’immagine radiografica presa prima dell’otturazione del canale. Si tratta di una piccola immagine a raggi X in cui si vede chiaramente la lunghezza trattata del canale radicolare.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *