Medicina dentale, Croazia - Centrodent

Medicina dentale

Prezzi

OTTURAZIONE MONOSTRATO – a partire da 31,01 €

Sovrastrutture dentali (sovrastrutture in composito)

stomatologija

La frattura della corona dentale o il suo danneggiamento non significa necessariamente la perdita del dente. Nel caso si determini che le radice del dente sia sana, si applica la tecnica della lavorazione di una sovrastruttura al fine di avere una connessione tra la radice del dente e la corona in ceramica.

Per questo scopo oggi generalmente si fanno delle sovrastrutture estetiche dirette in fibra di vetro rinforzata (moncone) in modo che la radice venga preparata con una tecnica specifica e con “colli” speciali si cementi il moncone, oppure si fanno sovrastrutture indirette in zirconio fatte in laboratorio in base all’impronta rilevata dopo aver preparato il posto per la sovrastruttura nel canale radicolare.

Oggigiorno per fare le sovrastrutture dirette raramente si utilizzano monconi in carbonio. Vengono evitati a causa del loro colore scuro che può influenzare l’effetto estetico.

Quale tipo di sovrastruttura verrà usata dipende dallo stato dei denti e della situazione in bocca ed è una valutazione individuale del dentista.

Una volta si usavano le sovrastrutture in metallo che oggi evitiamo, a causa del rischio di fratture verticali e bisogna sottolineare che nei pazienti che hanno già questo tipo si sovrastrutture raramente abbiamo la possibilità di sostituirle appunto per non causare una frattura verticale, così le loro manchevolezze estetiche sono risolvibili con una buona selezione di materiali estetici.

Inoltre, a volte i monconi vengono impiantati nei denti in modo preventivo al fine di evitare la frattura del dente. Ciò viene fatto nei casi di denti non vitali (denti senza nervo), la cui struttura è notevolmente indebolita dalla carie e / o da multiple otturazioni.

Per fare una sovrastruttura, la radice del dente deve essere adeguatamente trattata, il che significa che il nervo deve essere bene estratto e il canale radicolare otturato in modo tridimensionale.

Dopo la “preparazione” della radice del dente, che deve essere fatta professionalmente, si procede alla cementazione della sovrastruttura, cioè del moncone.

Sulla sovrastruttura viene cementata la corona in ceramica che a seconda della scelta e delle possibilità finanziarie del paziente può essere su base di metallo, oro o zirconio, o una corona in ceramica integrale.

Otturazioni

zubne_plombeLe otturazioni vengono realizzate in materiali compositi, le cosiddette otturazioni “bianche”.

Grazie al composito vengono fatte otturazioni che pienamente imitano il colore e l’aspetto dei denti naturali. La durabilità delle otturazioni estetiche è indiscutibile grazie al modo in cui vengono legate al dente mediante speciali tecniche di incollamento che impediscono la penetrazione di batteri e carie come nelle otturazioni in amalgama (otturazioni nere).
zubne_plombe_centrodentIl posizionamneti di un’ otturazione bianca richiede una minor rimozione della struttura del dente sano perché viene configurata e disposta in modo che corrisponda pienamente al morso (viene limata solo la parte con la carie), a differenza delle otturazioni in amalgama nelle quali è necessario limare di più per poter posizionare l’otturazione. I materiali che usiamo nel nostro lavoro sono composti altamente estetici. Le otturazioni sono fatte in modo da imitare fedelmente l’aspetto dei denti. Ciò significa che con l’otturazione si modella ogni nodulo e fessura come nel dente naturale, e il passaggio tra il dente e l’otturazione deve essere invisibile. Sulla formazione di noduli si insiste non solo per l’estetica, ma anche per motivi funzionali. Se questo non viene rispettato, può causare dolore al dente o alle articolazioni delle mascelle, fratture dei denti, ritenzione di cibi e creazione di nuove cavità. Le otturazioni bianche sono completamente biocompatibili, nel senso che non hanno alcun effetto negativo sull’organismo, a differenza delle otturazioni in amalgama.

È importante notare che le otturazioni bianche non si “consumano”, che è necessario allineare bene l’altezza del morso dopo la loro preparazione, perché ogni otturazione alta può portare a problemi come dolori o sensibilità al freddo. Se dopo che l’effetto dell’anestesia locale passa sentite una sensazione spiacevole, fatecelo sapere perché probabilmente dobbiamo armonizzare ulteriormente l’altezza del morso. Dato che i denti oggi vengono curati sotto anestesia locale, il senso d’altezza viene spesso perso e il paziente non è in grado di valutare bene se l’altezza corrisponde.

Dovete sapere che si tratta “solo” di alcuni micron che voi sentite fortemente in bocca e noi non li possiamo vedere e determinare senza il vostro aiuto.

A seconda della quantità di dente che deve essere ricostruito, distinguiamo le otturazioni in cui si sostituisce un solo piano, quelle in cui si devono sostituire due piani ed in fine quelle in cui si sostituiscono tre piani dei denti.

Nei pazienti con otturazioni in amalgama, cosidette “nere”, raccomandiamo la sostituzione con le otturazioni “bianche”, anche se sono in buone condizioni. La sostituzione di otturazioni in amalgama non viene fatta solo per ragioni estetiche, ma anche per ragioni di salute, dato che l’amalgama non può chiudere ermeticamente il dente, perchè a differenza delle otturazioni bianche, si ancorano solo meccanicamente, mentre le otturazioni bianche si ancorano sia meccanicamente che chimicamente.

Pulizia ed allargamento dei canali radicolari

ciscenje_i_sirenje_korijenskih_kanala

Il trattamento endodontico di denti di solito consiste nella rimozione della polpa dentale, il che è comunemente chiamato “rimozione del nervo”. In anestesia locale viene rimosso il nervo infiammato e puliti i canali radicolari.

I canali vengono raschiati con appositi strumenti e lavati con mezzi disinfettanti. Esistono due tipi di strumenti per la lavorazione dei canali, quelli manuali e quelli meccanici.

Da noi tutti i trattamenti vengono fatti con strumenti meccanici perché ciò assicura un trattamento più veloce e più accurato dei canali radicolari, il che contribuisce al comfort del paziente.

Nonostante il costo elevato dei strumenti per l’endodonzia meccanica, tutti i nostri studi sono dotati di tali strumenti perché crediamo che questo sia la scelta migliore per i nostri pazienti, nonostante il loro prezzo.

La pulizia e l’allargamento dei canali radicolari, ossia “l’estrazione del nervo”, è un intervento che richiede una precisione micronica in uno spazio stretto e invisibile com’è l’interno del dente.

L’infiammazione del nervo è dovuta alla carie non trattata, con la disintegrazione di questo tessuto organico si formano vari gas e materia che si estondono nell’osso e nei tessuti molli circostanti, il che si traduce in gonfiore, dolore intenso e altri sintomi generali.

È necessario rimuovere il nervo infetto del dente, pulire bene i canali radicolari in tutta la loro lunghezza e riempire questo spazio con materiale artificiale, il che impedirà l’ulteriore penetrazione di batteri dal cavo orale nel corpo.

I denti non trattati, com’è stato provato, possono causare problemi con il cuore, i reni, le articolazioni e possono causare la perdita parziale di capelli senza alcun motivo evidente.

Tutti questi problemi possono essere risolti con un buon trattamento endodontico (cura dei denti).

Nel nostro lavoro, per ogni paziente, usiamo due metodi di ulteriore controllo del trattamento eseguito, il primo è il dispositivo chiamato localizzatore apicale che con segnali acustici e luminosi indica la lunghezza del canale, e il secondo è l’immagine radiografica presa prima dell’otturazione del canale. Si tratta di una piccola immagine a raggi X in cui si vede chiaramente la lunghezza trattata del canale radicolare.

Estrazione del dente


vađenje_zuba-e1450938950385

L’estrazione del dente malato è l’ultima opzione che offriamo ai nostri pazienti. Deve essere applicata solo dopo che tutte le opzioni terapeutiche sono state considerate e utilizzate perchè nessun dispositivo protesico non può essere buono come il dente naturale.

Il dente distrutto dalla carie, da traumi, da una terapia non riuscita o per qualsiasi altra ragione, deve essere estratto dopo che tutto è stato fatto per salvarlo.
L’estrazione del dente è un intervento orale-chirurgico nel quale si separa il dente dall’alveolo e viene rimosso da esso.

vađenje_zuba_centrodent

L’estrazione del dente viene eseguita in anestesia locale ed è completamente indolore per il paziente. Il dente è attaccato all’osso con una serie di fibre, disposte in direzioni diverse. Durante l’estrazione queste fibre vengono strappate e per ciò si usano strumenti adeguati, tecniche speciali e una forza apposita.

Per l’estrazione le pinze non sono più lo strumento principale. Nel nostro lavoro usiamo strumenti più moderni che causano un difetto minimo all’osso per poter più facilmente pianificare una successiva sostituzione del dente perso.
Si tratta di strumenti atraumatici che leggermente e senza forza separano il dente dall’osso causando che il dente praticamente da solo e senza forza esca dal suo sostegno.

Desensibilizzazione del dente

desenzibilazacija-zuba

L’ipersensibilità dei denti è abbastanza comune. Questo termine si riferisce ad un forte dolore improvviso o fastidio che si verifica nei denti in certe situazioni. Questa sensazione può verificarsi quando si consumano cibi o bevande calde o fredde, cibi dolci, quando si toccano i denti o quando si lavano. Il dolore si verifica alla radice del dente.
La sensibilità dentinale si verifica quando la dentina rimane spoglia. La dentina è di solito ricoperta dallo smalto dentale sopra l’orlo della gengiva e del cemento (tessuto connettivo mineralizzato) sotto l’orlo gengivale. Attraverso la dentina passano numerose piccole cavità, canaletti nei quali si trovano le terminazioni nervose della polpa dentale (centro nevralgico del dente). Quando la dentina rimane esposta, il calore, il freddo o la pressione agiscono sulle terminazioni nervose causando la sensibilità dei denti.
La sensibilità dentinale si verifica quando lo strato protettivo esterno dello smalto e del cemento si consumano. Questo fenomeno può interessare solo uno, ma anche più denti.

download

L’esposizione della dentina può essere causata da:
– spazzolatura troppo forte il che può danneggiare lo smalto dei denti,
– scarsa igiene orale a causa della quale sull’orlo della gengive si verifica la placca,
– usura dei denti nel tempo,
– gengiva che si ritira e che rivela le radici dei denti (recessione gengivale di solito causata da malattie o dallo sfregamento spazzolino da denti troppo duro)
– sbiancamento dei denti nelle persone la cui radice dentale è già spoglia,
– consumo frequente di cibi o bevande acide, ecc.

download (2)

Pertanto vengono usati smalti per il rivestimento che impediscono la penetrazione d’aria fredda o di altri stimoli al nervo, cioè per desensibilizzare i denti. Nel nostro lavoro per desensibilizzare i denti utilizziamo il laser, l’effetto del laser riduce la sensibilità dentinale, ricristallizzando la dentina.
Per uso domestico esistono numerosi dentifrici e collutori che agiscono in modi diversi sul principio che chiudono i canali esposti alle influenze esterne e in diversi pazienti hanno effetti diversi nella diminuzione della sensibilità.

Anestesia locale

download (3)

Il fatto è che per la maggior parte delle persone la visita dal dentista è qualcosa che preferirebbero evitare. Molti, purtroppo, spesso ritardano questa visita fino all’ultimo momento, fino a quando il dolore non diventa insopportabile. Pertanto, la visita dal dentista è spesso percepita come un’esperienza negativa e brutta.
Anche nelle situazioni in cui non c’è il mal di denti, pochi sono quelli che veranno dall’odontoiatra senza paura o almeno disagio a causa della percezione diffusa che quasi ogni procedura dentale è probabile fonte di dolore.
L’uso dell’anestesia locale è diventata una procedura di routine che priva il paziente dal dolore e consente al dentista di lavorare indisturbato senza pause per le reazioni del paziente al dolore.
L’anestesia locale è un temporaneo indolore (analgesia) di un area specifica che non ha alcun effetto sulla vigilanza e la consapevolezza del paziente causata dall’agente anestetico. L’anestetico è sicuro per tutti i pazienti.
download (4)
La usiamo in tutte le procedure in cui il paziente potrebbe sentire disagio e per ridurre il più possibile la paura del dentista. L’anestesia è adattata alla persona e alle sue esigenze e allo stato in cui si trova. Con tecniche speciali e nuove conoscenze nel campo dell’anestesia, abbiamo ridotto o eliminato completamente il dolore nel dare l’anestesia. Il dolore della somministrazione viene rimosso se la mucosa viene precedentemente anestetizzato localmente con l’anestetico in gel o spray. La paura che provate per l’ago cercheremo di ridurre al minimo.

Sigillazione o otturazione dei solchi

download (5)

Nel nostro lavoro siamo guidati dal motto “prevenire è meglio che curare”. Informiamo tutti i nostri pazienti su una corretta igiene orale.

Un gran numero di pazienti mantiene regolarmente l’igiene orale, ma molti di loro non lo fanno correttamente.

Sulle superfici di masticazione dei premolari e dei molari, in particolare nei bambini e nei giovani adulti, sono visibili numerosi, ben sagomati e variamente frastagliati solchi, fessure, depressioni e creste, che insieme formano il cosiddetto sistema delle fessure. Le parti più profonde di questi solchi o fessure sono spesso, a causa della loro dimensione e forma anatomica, difficili o impossibili da raggiungere con le fibre dello spazzolino, il che li rende un luogo ideale per l’accumulo di residui di cibo e batteri e quindi una posizione estremamente conveniente per la carie.

download (6)

Per prevenire la carie nei denti sani consigliamo a tutti i nostri pazienti di sigillare o otturare i solchi.
La sigillatura dei solchi è l’intervento nel quale nel sistema di fessure precedentemente pulito applichiamo una resina sigillante o materiale dentale che ha il compito di riempire, cioè sigillare, tutti quelli posti inaccessibili alla pulizia, per impedire l’accumulo di batteri e la formazione di cavità.
La sigillazione dentale è consigliato soprattutto per i bambini, perché sono piccoli e non sanno ancora come spazzolare correttamente i denti, per prevenire la formazione di cavità.
La sigillazione dei solchi è un’intervento completamente indolore, poiché non si lamina la corona del dente e non è necessario dare l’anestesia.

Otturazione provvisoria

download (7)

Un’otturazione provvisoria viene fatta nei seguenti casi:
• se non è possibile svolgere la terapia dentale in una sola seduta,
• in alcuni casi per assicurarsi che il trattamento dentale ha avuto successo
• in caso di cavità profonde, e se la camera della polpa (cavità in cui si trovano i nervi e i vasi sanguigni) viene aperta durante il procedimento e il trattamento non può essere completato in un giorno
• se avete bisogno di cure odontoiatriche di emergenza.
L’otturazione provvisoria può alleviare i sintomi e ridurre la sensibilità del dente.
L’otturazione provvisoria non serve come soluzione permanente. Di solito cade o si consuma. Se avete un’otturazione provvisoria dovete sostituirla con quella permanente per ovviare a infezioni e fratture e per non creare problemi e costi aggiuntivi connessi con il trattamento dentale.

Otturazione dei canali radicolari

download (8)

L’otturazione dei canali radicolari è parte del trattamento odontoiatrico. Se la carie penetra più in profondità nel dente, si ha un’infiammazione del nervo. Con interventi chimici e mezzi meccanici si espande e pulisce il canale radicolare e poi i canali vengono riempiti con appositi materiali per l’otturazione dei canali radicolari.
Prima di riempire i canali con i materiali di ottuarzione, è estremamente importante determinare con precisione la lunghezza del canale e disinfettarlo. Per effettuare questa parte della terapia si necessita di attrezzature di alta qualità e costose. La nostra clinica dentale è dotato di tali strumenti:
• STRUMENTO PER LA LAVORAZIONE MECCANICA DEI CANALI RADICOLARI – a differenza delle attrezzature a mano i nostri dispositivi possono molto più precisamente, velocemente e in modo migliore pulire l’interno del canale radicolare infetto, creando migliori condizioni per la guarigione. Sugli strumenti vengono collocati i cosìdetti aghi, di diversi diametri e lunghezze, che con movimenti di rotazione e raschiando l’interno dei canali li puliscono portando in superficie il tessuto infetto.
• LOCALIZZATORE DELL’APICE – misurazione elettronica della lunghezza del canale radicolare. Mediante la segnalazione luminosa e acustica il dispositivo indica la lunghezza del canale radicolare siccome i nostri occhi non vedono in profondità nel canale.
• LASER – con esso si disinfettano i canali prima di riempirli o se la terapia viene svolta in sedute multiple, alla fine di ogni visita
• DISPOSITIVO RVG – con la radiovisiografia si esegue l’imaging dentale con il 90% in meno di radiazioni. I nostri studi dentistici sono tutti dotati di dispositivi RVG. Facendo una radiovisiografia del canale radicolare riempito otteniamo la conferma che abbiamo lavorato il canale nella giusta lunghezza e di averlo preparato bene per l’otturazione
• STRUMENTO PER L’OTTURAZIONE TRIDIMENSIONALE DEI CANALI RADICOLARI – dopo una buona lavorazione e buona disinfezione del canale, e dopo aver specificato la sua lunghezza, l’area del canale radicolare viene otturata con il materiale chiamato guttaperca. Usiamo una solida guttaperca per sigillare la punta della radice e per assicurarsi che sia ben chiuso. Poi verso la corona del dente i canali vengono riempiti con la guttaperca liquida riscaldata a 200°C che chiude tridimensionalmente l’intero canale e i canaletti ausiliari, o canali accessori, che con la solida guttaperca non potrebbero essere otturati. Questi sono micronici e solo la guttaperca in forma liquida può penetrarli, il che è importante perché tutti i canali devono essere sigillati ermeticamente per impedire la penetrazione di batteri dalla corona e dall’apice della radice.

La combinazione di questi strumenti definisce con precisione la lunghezza del canale radicolare e fa si che il trattamento stesso sia migliore. A seconda del numero delle radici del dente, il numero dei canali radicolari varia da almeno uno fino a quattro, e in alcuni casi anche di più.

download

Otturazione retrograda dei canali radicolari

download (9)

L’otturazione dei canali è una procedura che fa parte della terapia odontoiatrica, mentre l’otturazione retrograda dei canali radicolari fa parte della procedura odontoiatrica chiamata apicotomia.
Dopo l’apicotomia, cioè rimozione dell’apice della radice del dente, soprattutto a causa di infiammazione cronica (granulomi o cisti), è necessario otturare con materiali necessari per il riempimento retrogrado l’apice della radice, vale a dire bisogna otturare retroattivamente il canale.
La differenza tra il riempimento del canale e l’otturazione retrograda dei canali può essere spiegata più semplicemente dicendo che l’otturazione del canale “è un riempimento dall’alto”, mentre l’otturazione retrograda del canale “è un riempimento dal basso”.
Oggigiorno si usano di più i cementi vetroionomerici e lo MTA (minerale triossido aggregato). Lo MTA si è dimostrato come “cemento endodontico riparatorio” che ha tutte le caratteristiche di un materiale ideale – altamente biocompatibile, si lega alla dentina e promuove la guarigione e l’osteogenesi.

Radiovisiografia dentale – immagine RVG dei denti

download (10)

Oltre alle lastre panoramiche, se necessario, possiamo prendere una RVG mirata di un dente. Essa contiene una piccolissima dose di radiazione a causa delle dimensioni dell’area da registrare e porge al dentista la possibilità di esaminare l’interno del dente e le sue strutture circostanti, come i nervi e le ossa. Viene spesso utilizzata durante determinati interventi per documentare le condizioni specifiche del paziente, e per confermare il successo della terapia.

Oggigiorno già dopo un minuto si può avere una radiografia e impostare la corretta diagnosi. Una diagnosi corretta consentirà anche una corretta scelta del trattamento odontoiatrico.
A volte facciamo una RVG prima dell’estrazione di un dente, in particolare in quelli pazienti nei quali la lastra panoramica rivela una specifica morfologia dei denti, e in questo modo cerchiamo di prevenire possibili complicazioni.
Nei complicati trattamenti dei canali, la radiovisiografia ci aiuterà a finire rapidamente il trattamento, riducendo così il disagio del paziente di una lunga permanenza nello studio e risparmiando il tempo prezioso. Con la RVG si effettua il controllo del trattamento dentale, cioè se l’otturazione del canale radicolare è stata fatto fino all’apice e se è omogenea.

download (12)

Vantaggi della radiovisiografia dei denti:

• consente di impostare una diagnosi veloce e precisa (ad esempio, carie o infiammazione dell’osso)
• risparmio di tempo e riduzione del numero di sedute del paziente, poiché si può iniziare immediatamente con il trattamento
• ripresa durante il lavoro con il paziente
• necessaria nei complessi trattamenti dei canali
• possibilità di ripresa con aghi endodontici
• possibilità di verificare l’otturazione dei canali immediatamente dopo il trattamento
• necessaria prima dell’estrazione di un dente con una morfologia specifica
• piccolissima quantità di radiazione

Riparazione delle protesi dentali

download (13)

La riparazione delle protesi dentali comprende tutte le procedure sulle dentiere danneggiate o inutilizzabili per metterle di nuovo in funzione. Il danneggiamento della protesi può verificarsi in funzione (durante la masticazione) o per negligenza (caduta della dentiera durante la pulizia).
Con il tempo la protesi può diventare parzialmente o completamente inutilizzabile a causa di cambiamenti nei tessuti sottostanti (estrazione di un dente, alto riassorbimento della cresta alveolare).
Naturalmente, ci sono casi in cui i danni sulle dentiere non possono essere riparati con successo (frattura della protesi parziale, frattura di parti degli attacchi ecc.), ossia danneggiamenti e fratture di dentiere molto vecchie che allo stesso tempo sono state erroneamente mantenute.
Il processo di riparazione è più o meno semplice, ma è solo una parte dell’obbligo del dentista. Identificare ed eliminare le cause che hanno portato al danneggiamento della dentiera è la parte più importante della sua riparazione. Se non si determinano e non si eliminano le cause del danneggiamento, la dentiera riparata ben presto sarà similmente danneggiata.
Per i danni causati da negligenze e incurante manneggio non occorre farlo.
Nei danneggiamenti delle dentiere con segni visibili di precedenti numerose riparazioni, con segni visibili di materiali di usura e ritenzione problematica dei denti, si dovrebbe prendere in considerazione lo scopo della riparazione.

download (14)

Riparazione della frattura della base della dentiera
La riparazione della frattura della base è l’intervento più comune nelle dentiere in resina danneggiate. Le fratturare della base avvengono più spesso nella mascella inferiore (la base è molto più stretta e più fragile). Le cause possono essere diverse, ma di solito si tratta di oscillazioni della protesi sugli altri denti e la perdita di contatto con il tessuto di supporto, il che può essere prevenuto con una regolare ribasatura della dentiera.
In un gran numero di protesi che si sono rotte in bocca, dopo la riparazione della protesi si consiglia anche di ribasarla.

Riparazione del gancio
La riparazione del gancio nelle protesi parziali è indicata nei seguenti casi:
• il gancio è rotto; sullo stesso dente bisogna mettere uno nuovo
•il dente di ritenzione che porta il gancio viene rimosso, per cui è necessario aggiungere un dente, e il gancio bisogna metterlo sul dente adiacente
• la ritenzione della protesi si è indebolita a causa dell’usura dei materiali, la migrazione dei denti e per altri motivi, ed è bene aggiungere un nuovo gancio per migliorare la ritenzione della protesi

Riparazione del gancio fuso
La fratturazione del gancio fuso avviene dopo la deformazione plastica dei materiali causata da:
• difficoltà nel mettere la dentiera sui tessuti di supporto (non viene tenuto conto della direzione di appoggio)
• “attivazione” del gancio fuso da parte del paziente
• lega porosa
Il più delle volte il gancio fuso viene rimpiazzato da un gancio metallico e trattenuto nell’acrilico della protesi.

Riparazione del dente
La riparazione del dente è un intervento relativamente frequente ed è indicato nei casi in cui:
• un dente è caduto dalla protesi, per cui è necessario tornarlo
• un dente si è rotto
• uno o più denti vengono estratti, quindi c’è bisogno di recuperarli nella protesi
La riparazione del dente nella dentiera è considerato il più facile di tutte le procedure di riparazione.

Bait dentali

download (15)

Bait dentali vengono fatti in base all’impronta dei denti per specifici scopi medici.
Alcune indicazioni:
• Dolore nell’articolazione temporo-mandibolare
• Dolore ai muscoli masticatori
• Incapacità di aprire la bocca
• Lo “scatto” nell’articolazione
• Il mal di testa, il russare
• Digrignamento notturno (bruxismo)

download (16)

Bait dentali sono realizzati in laboratorio odontotecnico, sull’impronta della mascella superiore o inferiore del paziente, e sono utilizzati per stabilizzare e alleviare l’articolazione temporo-mandibolare e i muscoli masticatori collegati. Si producono individualmente, il che significa che sono realizzati appositamente per ogni paziente.
Bait dentali sono realizzati in speciale pellicola morbida che può essere di vario spessore.
A seconda delle ragioni per la produzione degli bait, distinguiamo: bait contro il digrignamento dei denti – bruxisma, bait contro il russare, bait per lo sport, bait di rilassamento per le persone che stringono i denti durante la notte, contro lo scricchiolio dell’articolazione ecc.